Close

IL CINEMA ITALIANO VERSO GLI ANNI 90: QUALI FONDI MENTALI (in “Il cinema italiano verso gli anni 90. Quali valori?”)

  • Home
  •  / 
  • libri
  •  / 
  • IL CINEMA ITALIANO VERSO GLI ANNI 90: QUALI FONDI MENTALI (in “Il cinema italiano verso gli anni 90. Quali valori?”)

E’ un breve saggio successivo alla mia partecipazione come uditrice, per un paio di stagioni, alle sessioni della Commissione Nazionale di Valutazione Film della Conferenza Episcopale Italiana. Suor Maria Ossi dei Cinecircoli Giovanili Socioculturali, mi chiese di abbozzare un bilancio della stagione del cinema italiano della seconda metà degli anni ottanta alla luce dei valori cristiani e tramite un filtro filosofico. Di quelle sessioni facevano parte, fra gli altri, la Signora Candia, il padre del giornalista Rodolfo Brancoli, il padre dell’onorevole Silvia Costa, il critico Claudio Siniscalchi. In questo saggio tento una lettura di alcune notissime pellicole di stile e registro molto diversi alla luce del post-idealismo: da Bellissima di Visconti a Io e mia sorella di Verdone, passando per Il Sorpasso di Dino Risi, arrivando fino a Mery per sempre di Marco Risi e a La famiglia di Ettore Scola. Lo studio viene pubblicato alla fine del 1989 con contributi di Vittorio Pieroni, Stefano Todini, Adriano Zanacchi e della stessa Maria Ossi.