Close

ELOGIO DELLA DISTANZA

La pandemia l’ha resa attuale, anzi obbligatoria (l’odioso distanziamento sociale) ma la tesi è che la distanza sia la categoria tipica, nel bene e nel male, del nostro tempo segnato dalla virtualità delle nuove tecnologie, dalla alienazione, dai grandi viaggi e dalle grandi migrazioni… Il libro è un “divertimento serio” che raccoglie un catalogo di voci (come di vocabolario) che descrivno il ventunesimo secolo alla luce appunto della distanza, a volte cercata, a volte fuggita, con la quale dobbiamo comunque tutti fare i conti, a cominciare da quell’abisso che si apre perfino nell’intimità fra due che si amano: anche l’amore è distanza, ci ricorda che nessuno è mai “di un altro” fino in fondo. Il libro è il secondo della collana “Venturo Venturo” delle edizioni Armando.