Close

La voce del Papa

Questo libro è un omaggio ai colleghi tecnici della radio dove lavoro e a tutta la categoria. Uomini dalle spalle forti, armati da sano senso pratico e quasi sempre attrezzati di acuto sarcasmo. E’ il resoconto di una stagione di viaggi internazionali di Giovanni Paolo II raccontati dal punto di vista di un fonico in trasferta, che, da un ‘iniziale tiepidezza nei confronti degli eventi che è tenuto a seguire, si lascia coinvolgere dalla partecipazione agli innumerevoli drammi dell’umanità con cui viene in contatto, fino a trovarsi in prima linea nella guerra dei Balcani. Proprio per questo il libro è firmato con lo pseudonimo Rodolfo Marinelli, il nome del protagonista, che racconta i fatti in prima persona. Al centro di quest’opera c’è la preoccupazione di mediare informazione e spirito evangelico (tema pricnipale del mio primo, discusso romanzo Tutta colpa di Dio), oltre che il tributo che sento di dover offrire, per potermi permettere la pratica della poesia, alla crudezza e alla prosaicità della storia. Ho sempre considerato la poesia staccata dalla realtà come una forma di onanismo e di autosegregazione, ma forse proprio perché sono consapevole che la torre d’avorio sarebbe il mio habitat naturale.